10 aprile, 2008

L' AURGASM DI JULIJA

Segnalo questo valido blog musicale, Aurgasm, nella top 100 di Pc Magazine:

http://aurgasm.us/

Recensioni (e free download legale) di svariati generi musicali, accomunati dal filo conduttore della qualita'. Ottimo punto di partenza per ampliare i propri orizzonti musicali.

Ho conosciuto Julija alla proiezione di "Heima", splendido film sulla band islandese dei Sigur Ros. Julija e' l' ex compagna di banco della mia morosa, oltre che sua compagna di corso all' Accademia d' Arte. E Julija scrive su Aurgasm, l' americanissimo sito di cui sopra.



Ma com'e' che una lituana scrive (dietro compenso, insieme a tre soli altri recensori) di nujazz, musica klezmer, electro-pop ed indie-folk su un sito di Boston? Eh gia', la globalizzazione ed Internet, roba da matti. In breve, Julija era una lettrice del blog ed ha postato alcuni commenti (stimolanti, deduco): da li' e' scattata l' assunzione. Bell' esempio di spirito di iniziativa e concretezza lituani.

ps: il film sui Sigur Ros e' un meraviglioso viaggio tra i suoni elegiaci della band, sensibilita' nordica ed il bucolico paesaggio islandese. Lo consiglio vivamente, con l' unico appunto che forse un paio di pezzi "tirati" in piu' ci sarebbero potuti stare, a discapito dell' introspezione; avrei preferito un maggior equilibrio tra il crogiolarsi nella seppur calda intimita' ed una certa dose di pulsante energia: nel finale comunque sopraggiunge l' attesa esplosione. Nel film qualcuno dice: "Qui in Islanda c'e' sempre molto spazio". Sia fisico che mentale, direi: e' quanto avevo gia' sostenuto su queste pagine riguardo alla Lituania. E anche qui band piu' o meno famose suonano spesso in bar, pub e piccoli palchi per pochi ascoltatori rispettosi ed educati. Beato Nord.

2 commenti:

ilaria ha detto...

Ma non è venuto in mente pure a te(acuto e attento ascoltatore, nonchè critico musicale di ampio respiro) di inviare qualche commento come già ha fatto "l'eroina" della tua post. Sei sempre in tempo

Cesare ha detto...

Mah.. qualche annetto fa in effetti ero parecchio in palla sull' argomento, adesso non son piu' cosi' aggiornato. Peraltro pure in questo caso ho notato come la buona Julia non abbia per la verita' una formazione prettamente musicale, ne', data la giovane eta', una conoscenza enciclopedica (ma ha per certo passione e gusto). Cio', ho appreso, e' comune a quasi tutti i giornalisti: fanno una ricerchina, si preparano un pochino, e buttano giu' il pezzo (oggi con Google poi e' un attimo..). Da tempo immemore, infatti, LEGGO pochissimo di musica: ma ASCOLTO (e SUONO). In breve, se non SCRIVO di musica e' perche' oggi in realta' non mi interessa granche' farlo. Tra poco invece mettero' online i miei pezzi.. e li si che ci divertiamo un bel po'! ;)